La Balena Bianca

spettacolo teatrale
“L’oceano non è unicamente luogo terrificante e crudele, ostile ed estraneo all’esistenza umana, ma anche mezzo di purificazione... Cela una verità che va conquistata.” (F. Meli)

Teatro Comunale | p.zza Martiri 72, Carpi (MO)
come raggiungerci

sabato 18 Maggio 2024
21:00
a pagamento
Acquista il biglietto

Compagnia teatrale Manolibera presenta
La Balena Bianca
Testo di Giampiero Pizzol
da Moby Dick di Melville
Cura dello spettacolo e adattamento del testo: Vittorio Possenti
Assistenza alle prove: Stefano Belloni e Alessandra Pantaleoni
Interpreti: Andrea Allegretti, Stefano Belloni, Marco Benatti, Massimo Cristoni, Luca Fontana, Sebastiano Franco, Luciano Morselli, Alessandra Pantaleoni, Cristina Papotti, Noemi Petrazzuolo, Roberto Rebecchi, Luca Tavernelli, Ilva Ugolini, Daniele Verrini, Karen Viaggi.
Musiche
Fisarmonica: Manuela Turrini
Voce: Alessandra Simoncini
Chitarra: Valerio Venturi
Cajon e seconde voci: Stefano Tincani
Effetti sonori: Vincenzo Pettoni Possenti
Rammentatrici: Karen Viaggi ed Elena Possenti

La Compagnia teatrale integrata Manolibera porta in scena La balena bianca, tratto dal romanzo capolavoro di Melville, Moby Dick.
È un viaggio sul mare e all’interno del cuore umano.
Mentre la Balena viene cacciata dalla nave Pequod del capitano Achab, nella mente dei marinai si svolge il dramma del racconto biblico di Giona, intrappolato nel ventre di un’altra balena.
Nell’incavo di un abisso che circonda tutti, le due balene sono il simbolo del Destino misterioso da combattere o da accettare.

richedi info sull’evento

Si prega di arrivare con 60 minuti di anticipo sull’orario di inizio di ogni evento.
I biglietti non sono nominali e non sono rimborsabili, cedibili né scambiabili.
Dei biglietti ridotti possono usufruire bambini dai 10 ai 14 anni compiuti, over 65 e accompagnatori di persone con disabilità.
Dei biglietti gratuiti possono usufruire persone con disabilità e under 10.

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Torna in alto